WINE GENDER

WINE GENDER – QUESTIONE DI GENERE 

Ecco di seguito i grafici che riportano i risultati statistici delle prime 50 interviste di #vinoumano riferiti alla prima domanda – sicuramente la più simbolica e allusiva –  posta a 16 vignaiole e 36 vignaioli, “Il tuo vino di che sesso è?”:

Il tuo vino di che sesso è?

Per ora ci siamo arresi all’evidenza. Sarà che la maggior parte dei vini di cui si è parlato hanno importante corpo e struttura ed abbiamo notato che queste caratteristiche vengono identificate come maschili. E’ vero che quasi il 70% degli intervistati è di sesso maschile e questo fattore sicuramente condiziona le risposte… Oppure sarà semplicemente che il sostantivo in questione è maschile o che in Italia il mondo del vino è tradizionalista, sta di fatto che secondo il risultato delle prime 50 interviste di #vinoumano il vino è maschio.

Questo risultato in futuro cambierà insieme ai cambiamenti dei gusti dei consumatori, delle tendenze produttive o della percezione di chi lo racconta?

Sesso degli intervistati

 

Risposte delle vignaiole

Il 50% delle vignaiole intervistate rispondono dunque che il loro vino è maschio, il 44% che è femmina e il 6,3% che è transgender. I vignaioli rispondono invece nel 64% dei casi che il loro vino è maschio, nel 33% che è femmina e nel 3% che è transgender. Lo sappiano, il vino camba, si evolve, si trasforma anche inaspettatamente!

Risposte dei vignaioli

Chi ha risposto femmina

.Chi ha risposto maschio

.Chi ha risposto transgender

Share

I commenti sono chiusi.